translate me

martedì 29 giugno 2010

Calendario dei saldi estate 2010



Mi serve un costume da bagno nuovo, qualche maglia, top e pezzo di sopra in genere, sicuramente delle scarpe nuove visto che ormai quelle vecchie urlano pietà. Il mio fidanzato si è offerto di acquistarmi qualcosa a mia scelta, in previsione del compleanno, ma fatto giugno facciamo il 3 luglio. Quest'anno ho deciso di resistere imperterrita fino all'arrivo dei saldi.
Se anche voi avete risparmiato in attesa della grande abbuffata ecco il calendario dei saldi regione per regione:


• Abruzzo: 3 luglio - 7 settembre


• Basilicata: 2 luglio - 2 settembre


• Calabria: 3 luglio - 31 agosto


• Campania: 2 luglio - 29 settembre


• Emilia-Romagna: 3 luglio - 1° settembre


• Friuli-Venezia Giulia: 3 luglio - 30 settembre


• Lazio: dal 3 luglio


• Liguria: 9 luglio 2010 - 23 agosto


• Lombardia: dal 3 luglio


• Marche: 3 luglio - 30 settembre


• Molise: dal 3 luglio

• Piemonte: 1 luglio - 30 settembre


• Puglia: 3 luglio - 15 settembre


• Sardegna: dall'8 luglio


• Sicilia: 3 luglio - 15 settembre


• Toscana: dal 7 luglio


• Umbria: 3 luglio 2010 - 1° settembre


• Valle d'Aosta: dal 10 luglio


• Veneto: 17 luglio - 31 agosto


• Provincia di Bolzano: 16 luglio - 27 agosto 2010


• Provincia di Trento: periodo libero.

Buoni acquisti a tutti.

lunedì 28 giugno 2010

Ticket sanitari gratuiti per i disoccupati e figli a carico


Ieri durante i festeggiamenti per il compleanno di una nipotina tra una fetta di torta e un ululato dei piccini sono riuscita a scambiare due chiacchere con mia cognata, che è fonte di informazioni migliore di un patronato, e mi ha ragguagliato sulle ultime frontiere del risparmio familiare in ambito sanitario.
A quanto pare per tutto il 2010 (ma probabilmente verrà proprogato ulteriormente) è possibile ottenere curare le carie e fare la pulizia dei denti presso il servizio sanitario nazionale e centri convenzionati se si è disoccupati. Ho chiamato subito una mia carissima amica che avrebbe un gran bisogno del dentista, ma visto che ha appena perso il lavoro ci pensa bene prima di farsi curare, e le ho fatte parlare tra di loro.
Mi dispiace solo averlo scoperto solo adesso, con oltre 6 mesi di ritardo, ma per i disoccupati* in possesso della Dichiarazione di immediata disponibilità (Did), rilasciata dal centro per l'impiego, presente in ogni provincia è possibile fare richiesta dell'esenzione per se e i familiari a carico presso la ASL. Con il tempo libero è il momento giusto per fare tutti quegli esami e accertamenti costosi che immancabilmente si rinviano a future occasioni: mammografia, esami del sangue, pap test etc etc.
Se i figli hanno tra i 10 e i 16 anni, e il reddito ISEE** non supera i 18mila euro, si può avere un bonus di 700 € per mettere loro l'apparecchio ai denti.
Se anche voi, come molte mie amiche siete rimaste con le chiappe a terra e questa estate non andrete da nessuna parte per ovvi motivi, approfittatene per curarvi. Che aspettate? Correte subito a fare la richiesta e visti i tempi di attesa iniziate a prenotare ;-)

La scadenza per la presentazione delle domande del Buono famiglia 2010 (1300€) agli sportelli delle asl è stata prorogata al 31 dicembre 2010, fino a esaurimento dei fondi disponibili. Potranno presentare domanda non solo le famiglie con figli minorenni ma anche quelle che non ne hanno o che hanno figli maggiorenni purché sostengano il pagamento della retta di un familiare ricoverato in una struttura residenziale (RSA, RSD, CSS) e che hanno un indicatore della situazione di reddito familiare (ISR) non superiore a 22.000 euro.

Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi al personale dell’ASL più vicina o chiamare il Call Center al n° 800.318.318

I numeri telefonici delle Asl a cui rivolgersi

Asl Bergamo 800.447.722

Asl Brescia 030 - 3839068

Asl Como 031 - 370209

Asl Cremona 0373 – 899367

Asl Lecco 0341 - 482502

Asl Lodi 0371 - 5874443

Asl Milano 800.178.070

Asl Milano 1 800.671.671

Asl Milano 2 848.800.507

Asl Monza/Brianza 039 - 2384274

Asl Mantova 0376 - 334554

Asl Pavia 800 .034. 933

Asl Sondrio 0342 - 555735

Asl Varese 0332 - 277720

Asl Valle Camonica 0364 - 329235

*Ai fini del riconoscimento del diritto all’ esenzione, si considera disoccupato il cittadino che abbia cessato per qualunque motivo -licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato- un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio dell’impiego in attesa di nuova occupazione. Non può considerarsi disoccupato il soggetto che non ha mai svolto attività lavorativa, né il soggetto che abbia cessato una attività di lavoro autonoma.

** L’ ISEE è un indicatore che tiene conto di reddito, patrimonio (mobiliare e immobiliare) e delle caratteristiche di un nucleo familiare (per numerosità e tipologia). Esso, tranne che in alcune realtà regionali, non viene preso in considerazione ai fini del riconoscimento del diritto all’esenzione.

venerdì 25 giugno 2010

AAA scrittori cercasi. Un racconto in cerca d'autore

Luca Leoni, oltre ad essere un creativo a 360° e un esperto di comunicazione web e mobile impegnato su fronti innovativi, è anche cantante. Ed ecco che fedele alla commistione tra generi e media lancia chiede ad autori noti e sconosciuti di comporre dei racconti a partire da un brano del suo ultimo album "Armonico".
Trio Medusa, Nicolai Lilin, Paolo Grugni, Elena Di Cioccio, Elisa Mauro, Angelo Pannofino, Alessandra Carnevali ed altri hanno aderito subito. Manca l'ultimo racconto per il brano finale "Mi sono accorto che" e Luca lancia la sfida i blogger. Scrivere un racconto dopo averlo ascoltato il come fatto dagli autori più celebri per il loro. Nessun premio tangibile, ma la soddisfazione della pubblicazione, gli scritti confluiranno nel “Armonico - Dodici storie in dodici canzoni “, i cui proventi della vendita saranno devoluti
"all’associazione Altamarea che da anni combatte per comunicare i danni che le industrie di Taranto stanno causando alle persone ed in particolare ai bambini (La sola acciaieria di Taranto immette nel cielo più diossine cancerogene di tutte le industrie di : Spagna, Svezia, Regno Unito e Austria -- Registro europeo Eper 2004 )"
Tutte le informazioni per partecipare  e inviare il racconto.
In bocca al lupo a tutti i partecipanti.

venerdì 18 giugno 2010

Inibita a me?! Deliri Globish via Linkedin

fonte foto
Il profilo su linkedin è un ottima vetrina professionale che può tornare utile non solo per tenersi in contatto con colleghi del presente e del passato, ma anche per sviluppi futuri. Nel mio caso ho inserito il curriculum e negli stati aggiorno le attività lavorative in corso. Capita spesso, perciò, che potenziali parter mi contattino per propormi attività o iniziative, per presentarmi le loro aziende o richiedere una collaborazione. Se poi si provvede a inserire un dettagliato curriculum on line linkedin può anche presentare inaspettate opportunità lavorative. Una mi è piovuta tra capo e collo un paio di settimane fa, quando una delle aziende più grandi del mio settore mi ha contattata per ricoprire il mio ruolo presso di loro. L'azienda è una multinazionale spagnola e il colloquio preliminare si è svolto al telefono. A chiusura della conversazione tra la responsabile delle risorse umane spagnola e la sottoscritta la classica domanda da colloquio: "per quale motivo desidera lasciare la sua azienza". Per tutta risposta mi è scappato detto nel mio globish maccheronico : "veramente finchè non mi è arrivata la vostra proposta non ci pensavo neanche a cambiare. Dove mi trovo sto benissimo. Mi avete contattata voi, conoscendo la vostra azienda dovrei essere cieca e stupida per non provare a cogliere questa opportunità!" prima di riuscire ad arginare il fiume di parole il danno era fatto. Boccaccia mia. Dubito che li sentirò ancora.
In compenso il mondo è pieno di gente che non vede l'ora di allargare i propri orizzonti e infatti ecco la conversazione surreale che si è tenuta stamattina nella mia posta su Linkedin quando un tizio con un nome di fantasia (che probabilmente ha confuso blogging, scambio link e socialcazzeggionetworking) ha chiesto l'amicizia su LinkedIn:


F**** Writer has sent you a message.


On 06/16/10 5:08 AM, First Writer wrote:




--------------------


Hi Ti,
I am a Creative Writer; would be honoured if you add me to your esoteric network here on LinkedIn.
Sincerely,


Raj Visw******, India


On 06/18/10 2:39 AM, Ti Trippi wrote:




--------------------


Hi F**** Writer
Why do you call my network esoteric?
Ti




Subject: RE: Hi


On 06/18/10 2:50 AM, F**** Writer wrote:




--------------------


Hi,
By esoteric I meant something that is not just for everyone - no doubt you don't connect with just about anyone.
Wishing you a great day and sorry for the trouble.
Regards,
Raj


On 06/18/10 2:55 AM, Ti Trippi wrote:




--------------------


Hi Raj, if you believe that is not just for everyone why do you want to be connected to?
:-)
Ti
On 06/16/10 3:08 AM, F**** Writer wrote:




--------------------






Hi Ti, I can understand your inhibitions about connecting. It's really okay!
Raj
PS: However; I would have liked to have believed that my words might have convinced you that i am not 'everyone' but sadly they have not :)

lunedì 14 giugno 2010

Rai S-compensi d'oro e teste di legno


 

Qualche giorno fa il mio fidanzato mi chiama in soggiorno mentre un servizio di qualche tg RAI innominabile dava i numeri. Una lista degli stipendi dei conduttori/presentatori/giornalisti Rai.
Al mio uomo scandalizzato che mi faceva notare i 2 milioni di euro di Fabio Fazio ho ricordato che l'11 settembre 2001, passato alla storia per
l'attentato alle torri gemelle di New York, venne anche chiuso il "Fab Show" di Fazio sulla nascente La 7 della Telecom (nonostante avesse investimenti pubblicitari a copertura per i successivi tre anni tre!). Il rimborso per i danni all'immagine non lo ricordo, ma so per certo che era una cifra da capogiro. Ma non mi scandalizzo certo per chi l'ha incassata, mi scandalizzo per chi l'ha concessa pur di levarsi di torno un programma che avrebbe dato fastidio al presidente del consiglio e alla di lui azienda televisiva. Una chiusura in barba a ogni piano editoriale di lancio di una giovane e promettente tv che sulla carta si proponeva di occupare la settima posizione nel telecomando degli italiani.
Stesso schema in tempi ben più recenti per il programma di Santoro, messo in atto con lo stesso modus operante del "Fu" comitato da operetta della ex TMC, pieno di consulenti Mediaset prezzolati, quelli si con cifre scandalose, per non (FAR) nuocere.
Ecco che allora al mio fidanzato, con cui condivido oltre che la casa molti punti di vista, rispondo che Lo stipendio percepito da un conduttore non va valutato come cifra in se, ma in termini di rientri pubblicitari, quante volte si ripaga il salario e la serie di benefit del conduttore con i blocchi di spot?
Ed ecco che io, che pure economista non sono, ma sono stata produttore di programmi televisivi (nb: in termini organizzativi, il produttore organizza e gestisce risorse e budget, non mette certo soldi suoi) reagisco con stizza alla lista delle cifre percepite dai maestri di cerimonie della tv (machemenefutteame!).
Se la Commissione di Vigilanza Rai avesse un minimo di onestà intellettuale, se la dirigenza RAI avesse un accenno di piano editoriale e industriale, non farebbe di tutto per far fuori i propri cavalli di razza. Se avesse un barlume di piano di comunicazione o di marketing non sputerebbe su chi da da mangiare a questa elefantiaca struttura burocratica, che va sempre più riempendosi di fossili Mediaset in cerca di una nuova primavera, e nei titoli di coda, dovrebbe mettere non solo il costo del programma, ma anche l'incasso pubblicitario che da questo deriva.
Per la cronaca ecco quanto guadagnerebbe Michele Santoro, il cui salario è stato, per ovvi motivi, omesso dalla lista del tg innominabile.

Nella foto: Fossile di cavallo primitivo (Messel, Germania) - fonte Unesco

venerdì 11 giugno 2010

Vuole fare la modella...

fonte foto

Quando penso alle modelle mi vengono in mente le ragazze serissime in larga parte straniere, con corsi universitari all'attivo, in grado di parlare almeno 3 lingue, testa sulle spalle e un appetito da lupi conosciute quando arrotondavo facendo la vestiarista nello show room di un notissimo stilista.
Nei casting per le sfilate le selezioni prevedevano la classica camminata, il giro e la "prova costume". Le modelle che non erano in grado di farlo bene o erano eccessivamente magre venivano scartate. Alla fine restavano le ragazze tipo che vi ho descritto sopra. Questo per fare le dovute distinzioni tra il velinismo e una professione che può permettere di sfruttare il proprio corpo usando la testa. ------>>>>

mercoledì 9 giugno 2010

Un lavoro val pure un Po-migliano di eccezioni?!


Lowest Co2 at Lowest cost at hightest social impact

Appuntamento rinviato a venerdì tra i vertici di Fiat e i sindacati per l'affaire Pomigliano D'Arco.
I sindacati si sono presi qualche giorno per valutare come affrontare la cosa. La  Marcegaglia dal canto suo, insiste che bisogna assolutamente raggiungere un compromesso, che non si può cedere la produzione ai polacchi, che avrebbero già accettato i punti di Fiat.

Eh beh, certo è facile a dirsi per la capa di confindustria, con il suo sedere caldo, il futuro assicurato non solo per i suoi figli, ma anche per i suoi nipoti. Non dubito che pur di ritrovarsi con le chiappe per terra e non dico l'incertezza per i futuro dei figli, ma per il presente, l'oggi, il contingente, gli operai di Pomigliano d'Arco siano disposti a cedere su tutto e diventare non solo polacchi nelle intenzioni, ma stakanovisti e krumiri, in linea con l'est anche nella scelta degli aggettivi.
Il problema non è però solo di Pomigliano, qui è in gioco tutta la concertazione, tutto l'ambito dei diritti del lavoratore e delle lotte sindacali portate avanti per decenni. Quello che si chiede ai lavoratori e ai sindacati è un passo avanti, la conservazione dello stabilimento, e due indietro, la cancellazione dei diritti alle pause e alla malattia. ------->>>>

lunedì 7 giugno 2010

Professioni, la sacralità dimenticata

Quando penso alla tv che sia o faccia servizio pubblico penso alla tv svizzera, sarà perchè ormai la seguo da anni, sarà perchè riesco a guardare un film in tv senza diventare isterica per le continue interruzioni, sarà per la qualità degli approfondimenti giornalistici (informativi, di inchiesta e sportivi). Fattostà che dal confronto i canali italiani ne escono davvero male. Un tristo siparietto affollato di corpi, grida e pubblicità.
Anche la pubblicità mi sembra più pensata e intelligente, ed ecco che mi ritrovo a seguire anche lo spot per invogliare i giovani a imparare un mestiere con cui costruire il proprio futuro.
Perchè quanto più penso alla nostra società decadente tanto più mi viene in mente la nozioncina appresa nelle lezioni di storia delle scuole elementari e medie, sui motivi all'origine della caduta dell'impero romano assediato dai barbari: l'ozio.

venerdì 4 giugno 2010

Working Class Zero



Ho ricevuto questo invito. Chi ci conosce sin dai tempi del primo Molto rumore per nulla e legge qui sotto la descrizione dei personaggi, potrà trovare tantissimi punti di contatto con le nostre storie. Ma se siete tra i 30 e i 40, o lo eravate fino a qualche anno fa, probabilmente finirete con l'identificarvi anche voi. Perchè è proprio questo il punto di forza di questo spettacolo: essere specchio della precarietà del nostro tempo. 
Non so cosa farete voi, ma ci andrò e farò di tutto per portarci anche le altre persone che hanno scritto sui nostri blog!


Cari amici,
siamo lieti di invitarvi alle prossime date dello spettacolo "Working Class Zero- il precariato raccontato da noi" , non mancate!
Compagnia degli Equilibristi ----->

Blog Widget by LinkWithin