translate me

venerdì 21 agosto 2009

Le vere piaghe di Milano?



fonte foto


I tassisti senza divisa




Di Trippi

Sarà perchè le piscine affollate di Milano, la difficoltà a trovare parcheggio sotto casa e il black out energetico che c'è stato ieri in ufficio mi danno una misura di quanto si sia realmente svuotata Milano questo agosto, ma ho ben chiara la disponibilità economica dei miei concittadini. Le aziende e gli esercizi commerciali saranno anche chiusi, ma i lavoratori non hanno abbastanza soldi (o preferiscono tenersi i pochi che hanno perchè con l'aria che tira..) per stare fuori città per tutta la durata delle ferie. Dal mio piccolo personalissimo sondaggio vicini di casa, conoscenti e amici trascorrono o hanno trascorso 1 al massimo 2 settimane fuori casa, il resto a casa.
Con questo caldo equatoriale che sta attanagliando la città e le temperature rese insopportabili dall'umidità e dall'aria bollente dei condizionatori accesi sento parlare di divise ai tassisti e di convocazioni straordinarie di stilisti a Palazzo Marino perchè siano in puro "stile Milano".
Quando i nostri governanti, locali o nazionali che siano, escono fuori con queste boutade sullo stile di una città, sull'insegnamento dei dialetti o sull' sventolio di bandiere locali accanto a altre mi viene in mente il film Johnny Stecchino, in cui il vero problema di Palermo era il crafffigo.





Nessun commento:

Blog Widget by LinkWithin