translate me

venerdì 17 giugno 2011

Chi è senza peccato

Fonte Foto
Salvi il primo precario
Fonte Foto
 Si fa un gran parlare in questi giorni, delle dichiarazioni di Brunetta, anche in queste pagine. Dei suoi attacchi gratuiti ai precari e delle inutili battute sui disoccupati vomitate da Stracquadanio.

Ora però mi domando, chi, di centro destra, di centro sinistra, di centro e basta o di qualsivoglia associazione sindacale può permettersi di gridare allo scandalo, chi può volere che muoia Sansone (Brunetta) insieme a tutti i filistei (berluscones)?

Parto da una riflessione vaga per arrivare a un punto specifico:
ormai da mesi seguo su facebook le vicende di un manipolo di persone licenziate dalla CGIL, che attraverso il loro blog - lavoratori licenziati dalla CGIL - raccontano  la loro esperienza, fatta di contratti parasubordinati, mobbing, lettere di dimissioni imposte, accuse di malversazione; fungono inoltre da rassegna stampa raccogliendo quanto pubblicato dalle testate giornalistiche (principalmente minori) in merito all'argomento.

Sulla loro bacheca di facebook hanno postato un articolo che mi ha fatto fermare a pensare, pensare che persino chi  dovrebbe essere il baluardo dei lavoratori, la roccaforte di impiegati e operai vessati farebbe meglio a star zitto/a e a guardare in casa propria, prima di imbracciare le armi e scagliarsi contro l'indegno nanerottolo.

Certe dichiarazioni del Segretario Camusso poi, sanno tanto di diplomazia della peggiore realpolitik, specialmente quando dice, riferendosi alle cause intentate dai licenziati - Sarà la magistratura a decidere-.

Forse ai più, certe notizie non arrivano, perchè i maggiori organi di informazione non le ritengono  abbastanza appetitose ma è sufficiente farsi un giro in rete e tutto salta fuori.

Questo non è un attacco al sindacato al quale ho pagato la tessera fino a quando ho lavorato, ovviamente con contratti a termine,  è seplicemente l'amara considerazione di una cittadina che come tanti altri non sa più a che santo votarsi.

2 commenti:

ilvecchioeilmare ha detto...

Questa tua amarezza viene da lontano e in altri tempi e altre circostanze veniva bollata da "qualunquismo" che era quasi peggiore che "fascismo". Purtroppo, nonostante le Teorie dei grandi Maestri del Pensiero gli ometti sono rimasti piccoli, piccoli e i più furbi aprofittano dei più deboli facendosi scudo di Ideologie e Torie Rivoluzionarie. Chissà se e quando nascerà davvero "l'Uomo Nuovo".

chica mala ha detto...

La mia amarezza è rivolta alle persone e non a chi rappresentano o all'ideologia che sostengono di abbracciare. Come dici tu @ilvecchioeilmare, il mondo è fatto di "ometti"

Blog Widget by LinkWithin