translate me

venerdì 29 febbraio 2008

Mettete all'asta anche me!!!



di Trippi



Leggo su Repubblica di mercoledì scorso (27/02/2008, pg 17) che la seconda casa automobilistica americana aiuta i propri dipendenti a riqualificarsi e "piazzarsi" sul mercato mettendoli all'asta!

Lasciate perdere le scene alla "radici" e il "colore viola" che vi possono saltabeccare qua e la nel cervello, nessuno vi controlle rà lo stato di salute dei denti!! Pensate solo ai vantaggi che ci possono essere sia per l'azienda che per il lavoratore. La Ford ha organizzato una fiera negli impianti di Detroit in cui ha messo "in vendita" 54 mila dipendenti cui deve rinunciare. Beh non è certo facile piazzarli così d'amblèe, tuti di un colpo, ma già solo 8mila sarebbe un successone!!

GLi interessati all'!acquisizione di specialisti considerano l'asta "un'occasione doro".. tra i dipendenti le voci sono, come è ovvio discordanti, nel mentre festeggiano gli uffici marketing, che per promuovere le vendite ha usato le stesse strategie collaudate con le auto!!


Perchè non provare anche in Italia e cercare di piazzare un pò dei nostri dipendenti Alitalia!

Largo alla campagna vendite!!

Vendo un migliaio di piloti e qualche centinaio di hostess.. venghino signori venghino!!

Che ne dite?



giovedì 28 febbraio 2008

Di padre in figlio



A quanto pare, dagli ultimi studi effettuati da almalaurea è molto più facile che il figlio di un architetto diventi a sua volta architetto e che il figlio di un dirigente d'azienza, a cinque anni dalla laurea segua le orme del padre.


Insomma, se tuo padre e tua madre sono operai, difficilmente o comunque con grande sudore della fronte, troverai spazio nell'ambiente professionale che hai scelto. Inoltre i figli di operai, ad esempio, guadagno in media 200 Euro in meno dei loro colleghi di studi appartenenti a una o all'altra casta.


questo e tanto altro è emerso da questa indagine che certo non fa onore al nostro paese, che oramai è diventato una piccola "mastellandia".




Quanto vorrei lavorare per l'agenzia delle entrate!!


di Trippi


Leggo infatti qui che per i dipendenti delle agenzie fiscali è previsto un aumento di 116 euro per 13 mensilità. Beh è un bel modo di dare i numeri!! Quello che non capisco è per quale motivo, gli aumenti che vanno a beneficio dei dipendenti dei monopoli di stato prendono sempre una piega preferenziale! I metalmeccanici hanno dovuto fare tuoni fulmini e saette, per gli altri dipendenti pubblici è tutto bloccato, ma per quelli del tesoro, chissà perchè c'è sempre una pentola d'oro alla fine dell'arcobaleno.

Non mi venite a dire che ho il dente avvelenato perchè invidiosa della mia ex cognata!! Perchè avreste ragione, lei accidenti, faceva degli orari che ritengo a dir poco vergognosi e come se non bastasse puntualmente si beccava parte della ripartizione dei pani e dei pesci dei premi non ritirati dai vincitori delle lotterie nazionali (ricordo che a cavallo del nuovo millennio le caddero dal cielo in testa 10 milioni delle vecchie lire, così, senza aver fatto niente!!) e quando ha chiesto un trasferimento l'ha ottenuto in tempi record!!

Certo che rosico!


Voi no??




venerdì 22 febbraio 2008

Licenziato!!!








Ho sempre pensato che il detto IL POTERE LOGORA CHI NON CE L' HA fosse reale solo a metà.
Se concretamente l' impossibilità di compiere certe azioni può risultare snervante, è anche vero che il potere di decidere e gestire è più difficile da espletare se non si è in possesso di capacità di giudizio equilibrate, perchè si corre sempre il rischio di procedere in maniera spropositata e non equa.
La dimostrazione pratica è la sentenza emessa in questi gg dalla Corte di Cassazione in merito al licenziamento, ritenuto valido per presenza di giusta causa, di un responsabile di reparto in un supermercato nel milanese.
Tale giusta causa era rappresentata dall' utilizzo ripetuto di forme verbali aggressive, rozze e scurrili da parte del responsabile nei confronti di alcuni suoi sottomessi.
Una assoluta mancanza di rispetto del lavoratore in quanto tale ed in quanto persona.
D' altronde non dimentichiamo che la legge 300/1970, meglio conosciuta come Statuto del Lavoratore, tutela la libertà e dignità del lavoratore, la libertà sindacale e l'attività sindacale nel luoghi di lavoro e norme sul collocamento.
Quale caso di migliore applicazione si potrebbe prendere al di fuori di questo?

Ricordo che io stessa, una volta, ho assistito ad un evento simile a quello sopra esposto, sempre in un supermercato ma con modi decisamente meno violenti!
Senza tener conto ovviamente degli aneddoti che circolano nel mio ambiente lavorativo, inerenti ad assistenti bersagli di oggetti inanimati riscopertisi improvvisamente volanti......o semplicemente destinatarie di torpiloquio....

Insomma......non c'è nulla di peggio dei rapporti gerarchici per far sfogare la vena predatoria, prevaricatrice e conquistatrice dell' uomo!

pytta



L'Italia e L'occupazione minorile




Secondo uno studio della CGIL sarebbero oltre mezzo milione in italia gli under 15 che subiscono sfruttamento del lavoro minorile.












"Sempre in nero, sempre pagati poco. Sempre precari. Ma non sono eccezioni. Perché così lavorano i minori in Italia: di nascosto, nell'ombra. Sono - per definizione - lavoratori poveri, perché la povertà è il primo fattore che strappa i minori dalla scuola. E il tasso di povertà tra i più giovani è al sud quattro volte superiore a quello del nord. Per questo l'Italia è tra i paesi sviluppati quello nel quale il lavoro minorile rischia di allargarsi ancora."




E pensare che dovremmo essere tra i paesi più sviluppati...

MI PIACE LAVORARE






Nasce oggi questo nuovo blog. Ci abbiamo pensato su un pò e visto che spesso parliamo di lavoro e dintorni sul nostro spazio principale e lo facciamo in diversi modi:




































Allora, perche no!!




Come potete vedere la produzione non è da poco, quindi perche non staccarci come si fa negli spin-off americani e parlare solo di questo.




In fondo ci sono mille modi di parlarne, passiamo gran parte della nostra vita sul posto di lavoro, gomito a gomito con i colleghi, possono nascere amicizie e si possono guastare; possono nascere amori clandestini e storie ufficiali, si possono consumare separazioni, divorzi e altri drammi a volte struggenti altre volte grotteschi.




Ci sono notizie interessanti sui quotidiani, film , libri, fiction televisive, tutti affrontano l'argomento prima o poi.




Diamo già il benvenuto a chi vorrà farci visita, a chi sarà solo di passaggio e a chi invece vorrà fermarsi e partecipare.




Chica Mala


Pytta


Trippi




Blog Widget by LinkWithin