translate me

martedì 24 agosto 2010

Se potessi tornare indietro


"cosa faresti?"
Mi ha chiesto ieri l'amica dagli Stati Uniti identificandosi nella mia situazione di qualche anno fa.
Lei trapiantata negli USA da un decennio ha un ruolo manageriale nella più grande/capillare/potente catena di supermercati americana adesso vede il suo posto vacillare sotto il mobbing di un suo diretto superiore. La situazione, prima che cadesse la linea perchè avevo terminato la ricarica, era molto simile a quella per cui detti le dimissioni da una delle più grandi case editrici e dalla mia busta paga da sogno per il mobbing cui mi aveva sottoposto un capetto da 4 soldi.
"Mi metterei in malattia, indagherei prima sulla relazione tra il vice-caporedattore e la mia vice, poi(raccolte le prove) costringerei LORO ad andarsene o a volare basso, comunque non darei più le dimissioni perchè in Italia perdi tutti i diritti".
Invece, nonostante i sospetti raccolsi le prove dopo essermene andata sbattendo la porta, quando ormai non aveva più alcun senso dimostrare alcunchè.
Magra consolazione che incapaci com'erano hanno affossato ogni prospettiva di successo dell'iniziativa che avevo contribuito a fondare.
Cosa dovrebbe fare l'amica americana che nutre gli stessi sospetti nei confronti del suo capo?
Non avrebbe nessuna prospettiva di vittoria se dovesse andare in causa contro la sua azienda ben difesa dai migliori avvocati del paese.
Non avrebbe nessuna tutela sindacale, bandita dall'azienda e comunque destinata a chi sta dall'altra parte della barricata, non ai manager.
Se dovesse dare le dimissioni le verrebbe consegnato l'intero TFR, se venisse licenziata avrebbe diritto all'80% dello stipendio ma perderebbe una parte della liquidazione.
Si è messa in malattia per un mese, per insonnia da stress, e non è tenuta ad essere reperibile in determinate fasce orarie, come avviene da noi.
A questo punto voi cosa fareste? Tornare in azienda a combattere, come le suggeriscono amici e colleghi  o stare in malattia il più possibile, approfittando del vuoto legislativo, cercare occupazione da un'altra parte e naturalmente le conferme ai sospetti sul rapporto poco chiaro dell'omettino con una sua collega, come le suggerisco io che della normativa americana non so niente? 


Nessun commento:

Blog Widget by LinkWithin