translate me

giovedì 23 aprile 2009

I benefit perpetui del "Fu Senatore"


Di Chica Mala

Al Senato della Repubblica è in atto una vera e propria rivoluzione. I questori dell'organo di amministrazione interna, su proposta del Presidente Schifani hanno adottato un provvedimento per il quale i benefit fino ad ora goduti dagli ex senatori verranno drasticamente ridotti.

I 1.058 ex, ormai in pensione hanno un sacco di tempo per viaggiare e godono di treni illimitati, telepass e di un carnet di 10 voli l'anno. senza contare il rimborso delle spese mediche per loro e prole e anche le spese del funerale quando passano a miglior vita. A quanto pare però la pacchia finirà il 31 dicembre di quest'anno.

Repubblica ci informa che la platea dei beneficiari verrà ridotta di un terzo e comunque le agevolazioni potranno continuare solo per le due legislazioni successive.


Se penso che le spese vive dei nostri ex illustri rappresentanti politici, gravano sulle tasche di noi contribuenti con 1 milione 726 mila euro l'anno solo per i viaggi aerei, 551 mila per quelli ferroviari e 410 mila di telepass...come direbbe la mia socia, mi si accappona il nuraghe sulla schiena (o qualcosa del genere eh eh).

Di certo non sono quelli che vanno a sanare il bilancio di Palazzo Madama, si tratta solo della punta di un iceberg, visto che per il 2009 verranno sborsati circa 81 milioni di euro in vitalizi.

Comunque noi "elargitori di contributi" apprezziamo il gesto, e confidiamo in un intervento purgante anche per Palazzo Chigi.


1 commento:

Trippi ha detto...

Un primo passo, anche se ritengo che il buon esempio dovrebbero darlo loro, i parlamentari, tagliandosi e togliendosi giusto qualche loro benefit (e non parlo sono del parrucchiere per signore gratuito fino a poco fa e del panino aumentato a 3 euro per cui si è scatenata la rivoluzione). Facile decidere sulle spalle degli altri, ma dato che prima o poi saranno anche loro ex senatori...

Blog Widget by LinkWithin